Stagione 1 Episodio 4


Puntuale torna come ogni lunedì, l’appuntamento con Fuori Tempi, la trasmissione di approfondimento a cura di Paolo Perini. Una puntata importante in conseguenza proprio degli eventi straordinari che stanno accadendo nel nostro Paese ma non solo. Buon ascolto.

Per scaricare l’episodio di Fuori Tempi clicca col tasto destro qui e seleziona salva con nome

Per abbonarsi gratuitamente a Fuori Tempi tramite iTunes clicca qui

Per abbonarsi gratuitamente a Fuori Tempi tramite altri FeedReader clicca qui

Interni:

  • Caduta di Berlusconiper conto dei mercati, in realtà per volontà della finanza globale
  • Montinuovo premier a breve, ma chi è Mario Monti?
  • Napolitano, Ue, Bce, Fmi e gli altri attori in gioco nel dopo Berlusconi

Esteri:

  • Mosse di Obamae interessi nazionali americani nell’evitare che la crisi italiana diventi la tomba dell’euro
  • Goldman Sacksil deus ex machina?
  • Debito della Greciain mano agli inglesi
  • Harvard, gli studenti contestano e boicottano le lezioni di economia in chiave antiliberista

Credits

  • Trasmissione ideata e condotta da Paolo Perini
  • Editing di Simone Pizzi
  • Jingle e suound: Cristian Spaccapaniccia
  • Logo: Elisabetta Baldan

5 thoughts on “Stagione 1 Episodio 4

  1. Ok, finito di ascoltare anche questo. Devo dire che lo stile continua a piacermi: e’ personale, ma riesci anche ad essere autocritico (e’ una caratteristica rara).

    Continua cosi’!

  2. Io non credo tanto nel complotto da parte della politica europea.. io ritengo che i politici europei siano convinti che le manovre neo liberali e i tagli al sociale siano la via giusta per uscire da questa situazione.. perché si circondano di consulenti ed economisti che ormai sembrano sempre più dei chierici che seguono come una fede i dettami di Milton Friedman, ormai l’economia ha perso qualsiasi contatto con la realtà, è diventata una religione con i suoi dogmi e i suoi santoni…

    Saluti, Nino.

    • Io invece credo, e vedi il video di oggi, che i politici europei iniziano ade essere preoccupati di questo liberismo legato alla finanza che oramai è egemone. Se questo potere “occulto” può sospendere la democrazia in Italia e in Grecia, lo può fare indiscrimintamente ovunque anche perche ora si è creato il precedente.
      W l’Islanda!

  3. La mia posizione è molto simile a quella di Nino. Bisogna premettere che la categoria politici europei è parecchio eterogenea perciò poco generalizzabile. Diciamo più propriamente le elites economiche e politiche europee (banchieri, finanzieri politici ecc) sono convinti che le manovre neo liberali e i tagli al sociale siano la via giusta per uscire da questa situazione perché sono stati formati all’interno di scuole di alta formazione, università e posti di lavoro dove questo dogma non viene neppure messo in discussione ma dato come verità rivelata al pari di una religione. Il potere, quello vero, non sono loro in realtà, ma quelli che hanno deciso già nei primi anni ’70 che alcune dottrine andavano imposte e che anche gli organi dirigenziali dei partuti di sinistra andavano formati in questo senso al nuovo credo liberista. Ce l’hanno fatta. Oggi l’Ue ma non solo, tutto il mondo occiendentale e buona parte di quello orientale è costruito e funziona come avevano progettato questi signori.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...