Stagione 4 Episodio 15


4x15

Buongiorno e ben ritrovati con Fuori Tempi dopo la pausa per la doppia festività 25 aprile – Primo Maggio.

Tasto destro del mouse qui per scaricare il file – clicca quì per abbonarti gratuitamente su iTunes –  clicca quì per abbonarti gratuitamente tramite altri podreader

In questa puntata mettiamo al centro la legge elettorale “Italicum”. Spiegherò la questione spinosa dei capilista bloccati, soglie di sbarramento, collegi e preferenze, e come questo dispositivo legislativo andrà a combinarsi con la riforma del Senato. In queste settimane, proprio sulla legge elettorale si è riacceso lo scontro interno al Pd, con la minoranza del partito (36 deputati) che non ha votato la fiducia al governo. La legge elettorale è stato anche motivo di riacceso confronto politico tra le opposizioni e la maggioranza, di cui tratteremo in puntata. Intanto, nella giornata del 2 maggio è iniziato ufficialmente l’Expo di Milano, due parole anche sulle devastazioni causate dai Black Bloc. Spazio pure al futuro decreto attuativo del Jobs Act, che all’orizzonte però non sembra voler risolvere il problema principale di quella nuova legge sul lavoro, cioè la cancellazione delle altre 40 forme di contratti precari presenti.

Per gli esteri breve spazio alla protesta a Baltimora, scatenata, ancora una volta, dalla violenza della polizia nei confronti della minoranza afro-americana. Buon ascolto a tutti.

Interni

  • Italicum, il governo passa indenne le prime due fiduce: come sarà la prossima legge elettorale
  • Decreti attuativi Jobs Act, cosa contengono e principali novità

Esteri

  • Baltimora, 4 giorni di guerriglia urbana dopo l’ennesima morte causata dalla polizia

accanto al simbolo ci sarà il nome del capolista bloccato in un max di 10 collegi bloccato accanto lo spazio per due preferenze un uomo e una donna.

Il partito che supera il 40% vince e governa con 340 seggi in parlamento 51% una maggioranza ampia c’è chi dice troppo che dovrebbe garantire stabilità

Ballottaggio se nessuno ottiene il 40% si va a ballottaggio tra due liste LISTE più votate, non ci potranno essere alleanze tra i turni elettorali,

solo partiti più votati probabilmente faranno entrare in parlamento anche i deputati più votati con le preferenze. Gli altri, con ogni probabilità, avranno in parlamento solo i capilista del listino bloccato.

L’Italicum vale solo per la camera ed entra in vigore da Luglio 2016. Se si vota prima, il senato non sarà ancora stato abolito e perciò bisognerà fare un altra legge elettorale per votarlo, oppure affidarsi al Porcellum mozzato dalla consulta.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...